Vamba rende omaggio a Collodi (Il giornalino della Domenica) 1906

 
 

Il 24 giugno 1906, sotto la direzione di Vamba (Luigi Bertelli) e per i tipi di Bemporad, aveva visto la luce a Firenze «Il giornalino della Domenica», settimanale illustrato per ragazzi, che «farà di tutto per contentare tutti; e a me, indegnamente chiamato a fondarlo e a dirigerlo, dànno affidamento di buona riuscita i geniali artisti e gli scrittori e le scrittici che più godono meritata fama nel pubblico italiano, e che vollero con squisita bontà promettermi il loro valido aiuto».

Pubblico l'articolo apparso nel Anno I - N° 23 del 25 Novembre 1906
il cui numero della rivista fa parte della collezione Rames Gaiba.

Buona lettura!




Qua voi tutti, ragazzi che avete riso e pianto sugli episodi comici o tristi dei personaggi che Collodi creava e faceva vivere per voi, qua, ragazzi intorno a Lui, a festeggiare lo scrittore diletto, oggi ch'è la sua festa.
Noi, per festeggiarlo, abbiamo voluto che questo numero del Giornalino della Domenica fosse specialmente a Lui dedicato; abbiamo pregato il fratello suo, Ippolito Lorenzini, di evocare i lontani anni dell'infanzia e i teneri ricordi familiari; e ciascun di noi ha offerto alla cara memoria di Collodi un fiore nel quale  è ancora un po' di profumo della nostra innocenza perduta. Ma voi, ragazzi, facendoci corona in questa buona intenzione che ci muove, sarete della festa l'ornamento migliore e a Lui più gradito; e le darete la gaiezza sana e vivace de' vostri colori e la freschezza fragrante delle vostre piccole anime ingenue che si schiudono all'amore di tutto ciò che è buono e bello.
Ed Egli sorriderà nella sua faccia aperta e gioviale, del sorriso che illuminava i suoi limpidi occhi sereni quando, scrivendo per voi, prevedeva il sorriso nei vostri intenti alla preferita lettura.
Egli ebbe le virtù migliori per interessarvi e per commuovervi. Fi soldato della Patria nei tempi eroici del suo risorgimento e voi ammirate gli uomini coraggiosi, che si battono contro i sopraffattori; egli aveva l'anima piena di sentimenti delicati e squisiti (quell'anima che gli suggerì di dare tutta la sua opera di scrittore al nome del paese della sua mamma a Collodi), e a voi, ragazzi, avvolti nelle tutelatrici tenerezze materne, la gentilezza piace; egli era, sebbene illustre, un modesto uomo alla buona, e voi vi stringete subito di sviscerata amicizia con chi non ostenta alla vostra presenza la superiorità della propria statura.
Egli vi amò molto, ed è naturale che voi molto amiate lui. Vi amò e vi capì; e nei personaggi dei suoi libri, che ancor sono de' migliori nella letteratura a voi dedicata, seppe ritrarvi vivi e parlanti, con tutte le vostre qualità buone e cattive, senza calunniarvi e senza adularvi, non dipingendovi né tutti angioli né tutti diavoli, ma raffigurandovi nella vita quali siete.
Egli non vi faceva prediche: le aveva a noia come le avete a noia voialtri; ma vi sapeva presentare con grande ed efficace semplicità, sempre in contrasto fra loro, il bene e il male, in modo da entusiasmarvi per l'uno e scandalizzarvi dell'altro, ma divertendovi sempre, non fugando mai dal vostro volto il sorriso, ch' è la cosa più bella e più buona che avete.
Qui, dunque, ragazzi, intorno al buon Collodi che vi volle tanto bene e al quale volete tanto bene e festeggiatelo, chè è oggi la festa sua; e possiate ancora per molti anni deliziarvi nella gioconda lettura di Pinocchio, piangendo e ridendo ai casi di un burattino che in fine diventa un uomo.
Verrà purtroppo, cari ragazzi miei, il tempo in cui dovrete piangere e ridere ai casi di molti uomini che diventano burattini.
 



Vamba        




 
 
  

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non potranno essere utilizzati a fini pubblicitari di vendita prodotti.
Il linguaggio deve essere corretto, non offensivo per le persone e per le loro idee.
La responsabilità per quanto scritto nell'area Discussioni rimane dei singoli.

Non è accettata la condivisione del post a fini pubblicitari.
Grazie per l'attenzione.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com

-. -. -. -.

Comments can not be used for selling advertising products.
The language needs to be corrected, not offensive for people and their ideas.
The responsibility for what is written in the discussions remains of individuals.

It has accepted the post sharing for marketing purposes.
Thanks for the attention.

Rames GAIBA
Email: rames.gaiba@gmail.com