Pinocchio - Confidenze di Hitler, di Hermann Rauschning


Ristampa anastatica del libro edito clandestinamente nel 1944
di HERMANN RAUSCHNING - CONFIDENZE DI HITLER

un libro antinazista e antifascista scritto tra il 1932 e il 1934, stampato nel 1939 in molte lingue contemporaneamente, ma non in italiano. In veste italiana è pubblicato, appunto, nel 1944 tradotto e stampato e venduto clandestinamente nel 1944-1945

Il libro è conosciuto come Pinocchio, in quanto veniva mascherato con la sovraccoperta della famosa opera di Collodi.

Le xilografie delle copertine sono dello scultore Amleto Sartori, arrestato e torturato dalle S.S. di palazzo Giusti.





La presente ristampata delle Edizioni ERRECI di Padova del febbraio 1974, composta di XXVII + 285 pagine, è una edizione fuori commercio, stampata in poche copie, e si deve al contributo della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo,
«adempiendo ad un servizio storico e civico, rievocando degnamente il trentesimo anniversario di una esemplare coalizione morale di spiriti generosi e insieme additando alla riflessione ed imitazione nostra e di tutti un'autentica coraggiosa lezione di libertà.»
E la scheda editoriale, che qui subito segue (pure anastaticamente riprodotta), ce lo annota assieme a quanti rischiosamente contribuirono all'uscita di un'edizione che tutti assieme consapevolmente realizzarono e vollero in quel momento come paradigmatica testimonianza di resistenza morale e politica ad un tempo.











 


Nessun commento:

Posta un commento